“Comune che vai fisco che trovi”, Osservatorio sulla tassazione delle piccole e medie imprese.

“Comune che vai fisco che trovi”, Osservatorio sulla tassazione delle piccole e medie imprese.

Questa mattina nella sede nazionale di Cna si è svolto il convegno “Comune che vai fisco che trovi”, Osservatorio sulla tassazione delle piccole e medio imprese.

All’incontro moderato dal Vicedirettore Tg5 Giuseppe De Flippi hanno partecipato , fra gli altri, Sergio Silvestrini, Segretario generale Cna, il Presidente nazionale Cna  Daniele Vaccarino, il Viceministro all’Economia Antonio Misiani e Carla Ruocco Presidente VI° Commissione Finanze Camera dei Deputati.

Di seguito una sintesi delle nostre proposte:

– Ridurre la tassazione sul reddito delle imprese personali e sul lavoro autonomo, partendo dai redditi medio-bassi, utilizzando le risorse provenienti dalla “spending review” e dalla lotta all’evasione.

– Rivedere la tassazione Irpef delle imprese personali e degli autonomi.

– Rendere l’Imu pagata sugli immobili strumentali delle imprese completamente deducibile dal reddito d’impresa a partire già dall’anno d’imposta 2019.

– Definire il concetto di insussistenza di autonoma organizzazione ai fini del non assoggettamento all’Irap e aumentare la franchigia Irap ad almeno 30mila euro.

– Rivedere i criteri per l’attribuzione dei valori catastali degli immobili, al fine di allinearli ai valori di mercato ad invarianza di gettito.

–  Agevolare il passaggio generazionale delle imprese individuali tramite la completa neutralità fiscale delle cessioni d’azienda, al pari di quanto previsto in caso di conferimenti.

– Evitare di spostare sulle imprese gli oneri dei controlli attraverso un uso intelligente della fatturazione elettronica BtoB, eliminando nel più breve tempo possibile tutti i regimi Iva del “reverse charge” attualmente previsti, lo “split payment” nonché la ritenuta dell’8 per cento applicata sui bonifici relativi a spese per cui sono riconosciute le detrazioni fiscali.1 - programma-def (1)_page-0001